CONOSCENZA, NULLA E INFINITO

Il Tempo del Risveglio dev’essere considerato probabilmente l’unico fine o limite dell’umanità non ancora riscattata dalla sua condizione di minorità permanente, stato che la rende in genere prigioniera di una conoscenza parziale delle cose. Il problema dei rapporti tra conoscenza e comprensione richiede una trasformazione, nel senso di una riforma della prospettiva ermeneutica in cui la conoscenza è stata spesso … Continua a leggere