ISOLA

A tutti i siciliani che credono in un futuro migliore Discendenti di Fenici, Greci, Normanni, e altra gente proveniente da tutte le nazioni, la Storia è in noi, retaggio che suscita sogni, strani ricordi di un tempo lontano, di uomini e stirpi estinte eppure ancora vive nel nostro immaginario. Isola di terrore e sole che avvelena di luce gli occhi … Continua a leggere

PICCOLA MADRE

Pubblico qui di seguito una delle mie poesie più “gettonate”, pubblicata nella raccolta poetica ACQUE LUSTRALI (2003).   Nacqui dalla tua aspra giovinezza come fiore tra spine per donarti il sorriso immemore del dolore a venire. Piccola madre, ti seguivo scalzo quando d’estate ardeva il pavimento, ed ogni stanza diventava specchio della vita immensa che s’annunciava, dolce di slanci non ancora … Continua a leggere

LA MIA PRIMA POESIA!

Pubblico qui di seguito la mia prima poesia, scritta ad appena 11 anni, esattamente vent’anni fa! Mi rendo conto che non è il massimo, però è il primo documento della mia attività poetica… Domenico Turco L’IBISCO Son il fiore rosso, color del fuoco, che forse Venere scordar potè! Son l’ibisco, appaio e sparisco, vado incontro al giorno seguente e poi scompaio semplicemente. … Continua a leggere

ANNUNCIAZIONE

Con insostenibile leggerezza la rondine ritorna alla mia terra, campi e strade splendenti nella luce; e anche la mente vola ad alte sfere rase da venti cardinali, che incrinano case, piante, colline… Ovunque spira alacremente un alito d’oblioso aquilone, con accenti quaresimali, voci dal deserto e campane a stormo. Altro tempo, altra stagione a sconvolgere d’improvviso i giorni  quando primavera … Continua a leggere

DI LA’ DAI SIMULACRI di Domenico Turco

I Colpiti dalla frenesia dei miti fuggiamo dalla notte come pesci che scampano alle reti, impediti e vinti dal Tempo, ostile demone dagli occhi di brace, Caronte o Gerione, fratelli dell’Arcangelo… Che tu sia maledetta, Morte in Vita: di morte ce ne può essere una, una e basta! Cosa rappresenti tu, se non fumida accidia? Come vivrai, senza la mia … Continua a leggere

IL RITMO DEL FUTURO DI DOMENICO TURCO

Testo tratto dall’opera letteraria TEMPESTA ELETTRICA (2007), in anteprima mondiale assoluta per i lettori del blog. Un brano decisamente ottimista, che invita a seguire il ritmo del futuro, a discapito di tutti e di tutto, persino del destino …  Domenico Turco IL RITMO DEL FUTURO Il lento soffio di scirocco è spento, spenta la luce delle rose in fiamme e … Continua a leggere

CAPITANO – POESIA PER PAOLO BORSELLINO

Al grande magistrato-eroe Paolo Borsellino   Capitano Quando ti hanno fatto saltare in aria non tenevi lupara né rosario ma la spada, insegna dell’Arcangelo, il luminoso principe del fuoco che salva il giusto e condanna il malvagio… Hai vinto nonostante la sconfitta, nonostante la fine che ti tolse ad una venerabile distanza per diventare un segmento del cuore, fiamma viva della … Continua a leggere

Vaiana su “IL MONDO ETERNO” di D. Turco

Intervento del prof. Salvatore Vaiana, critico, storico e scrittore, alla presentazione del libro IL MONDO ETERNO di Domenico Turco Canicattì, Palazzo Stella, 9 Marzo 2007  Chi fosse interessato, può acquistare IL MONDO ETERNO nei negozi di libri di tutta Italia e Svizzera, oltre che nelle seguenti librerie virtuali: www.bol.it, www.unilibro.it, www.azetalibri.it, www.hoepli.it, www.eprice.it, www.dvd.it, www.libreriauniversitaria.it. Tali librerie possono essere raggiunte anche tramite il mio sito personale, … Continua a leggere

TRASMUTAZIONE DI DIEGO GUADAGNINO

Pubblico qui di seguito in versione integrale il saggio critico dedicato all’opera prima di Diego Guadagnino, amico e maestro di pensiero, TRASMUTAZIONE (Libroitaliano World, Ragusa 2007), libro dedicato all’Esoterismo e alla Spiritualità. Sommarietto: Una stupefacente avventura del pensiero Metamorfosi e trasmutazione Guida alle singole sezioni Conclusione  TRASMUTAZIONE DI DIEGO GUADAGNINO Saggio critico realizzato da Domenico Turco   UNA STUPEFACENTE AVVENTURA … Continua a leggere

SMARRITO NELL’ABISSO di Domenico Turco

Questa mia nuova poesia esprime il senso di una sconfitta perenne di fronte al disagio per i momenti più strazianti e difficili della nostra esistenza. Ci tengo a precisare che non si tratta di un testo autobiografico, è un “altro da me” a parlare e a confessare la propria incapacità di allontanare i vani crucci dell’anima / che piegano l’asse … Continua a leggere