“IL VOLTO DELL’ANGELO” DI NAPOLITANO

Pubblico qui di seguito la mia prefazione al libro IL VOLTO DELL’ANGELO di Carlo Napolitano (CSA Editrice, Crotone, Dicembre 2007). Se sei un blogger, uno scrittore, un critico o un giornalista, puoi richiedere una copia-omaggio del libro – con preghiera di recensione – inviando una e-mail all’indirizzo domenicoturco@yahoo.it “IL VOLTO DELL’ANGELO”  DI CARLO NAPOLITANO  Presentazione di Domenico Turco  Il Volto … Continua a leggere

CRISTO BARBONE

CRISTO BARBONE: Cos’altro potrebbe essere oggi, il Messia, nel Mondo dove Dio è morto e l’uomo sta per raggiungerlo? Cristo barbone stava sotto un ponte insieme a Dodici compagni matti, anche loro di retaggio regale ma squattrinati nomadi per scelta. Amico della povertà, sognava un mondo di bellezza e verità, un mondo libero dalla violenza, consacrato alla luce dell’amore… Era … Continua a leggere

D. TURCO – LA MIA VITA INCREDIBILMENTE VERA!

Ecco una breve storia della mia vita, scritta dall’amico Davide Morelli. Domenico Turco è nato il 9 Agosto 1976 a Canicattì (AG), dove attualmente risiede. E’ affetto da distrofia muscolare, ma nonostante ciò è sempre riuscito a mantenere una grande vitalità, che gli ha permesso di conseguire notevoli risultati in ambito culturale. Si è laureato in filosofia con il massimo … Continua a leggere

ACQUE LUSTRALI – AUTOCOMMENTO

Questo testo illustra l’argomento e i temi della mia ultima raccolta di poesie Acque Lustrali (Venilia Editrice, Montemerlo 2003). Se volete leggere sia le poesie e i poemetti citati che tutto il volume, l’ideale sarebbe acquistare il libro rivolgendosi direttamente al sottoscritto; se invece siete spilorci o a corto di  finanze (anche se costa SOLO 8, e dico 8, EURO!) forse vi accontenterete … Continua a leggere

ALTO E DIVINO COME IL CIELO

Il mondo visto dall’abisso è alto e divino come il cielo, la caduta cambia la prospettiva, trasforma lo scacco in slancio di vita. Apro gli occhi al silenzio delle cose sulle tracce di nuove dimensioni, vizza bocca riarsa che reclama elisir d’acqua marina e rugiada. Il mio destino è superare il vento che corre tra gli alberi come un pazzo, … Continua a leggere

SPLENDORE AI MARGINI DELLE ROVINE

Attraverso il fuoco vedi gli enigmi del passato, le ombre senza stupore che assalgono la mente e la trasportano in magiche avventure. Con la voce scontrosa delle pietre l’Acqua tesse musica di cristallo, sensuali accordi d’anima e di luce. Parlami, Solitudine: avverto nei silenzi che sveli la bellezza nascosta tra i misteriosi ingranaggi dell’ordinaria macchina del mondo, splendore ai margini … Continua a leggere

ALL’OMBRA DELLA ROCCIA GRIGIA di Domenico Turco

“ALL’OMBRA DELLA ROCCIA GRIGIA” […] ripropone la figura eliotiana di San Narciso, ma in tutt’altra luce rispetto a quella del poeta di The Waste Land. Attraverso le metamorfosi del santo da pianta d’ulivo a quercia, da quieto pesce a bella ninfa assistiamo ad una dilatazione cosmica del narcisismo, nell’ambito della quale la memoria biologica si fa coscienza e la molteplicità … Continua a leggere

CIELI DI PORPORA- traduzione di G. SINGH

Sono veramente onorato che la lirica CIELI DI PORPORA sia piaciuta all’amico Singh, grande traduttore dei principali poeti italiani in inglese e di Pound in italiano. Consiglio a tutti di leggere la raccolta poetica dei maggiori successi di Pound pubblicata per la Newton Compton, di cui Singh è uno dei più autorevoli collaboratori. Prossimamente nel Blog potrete leggere la mia … Continua a leggere

MESSAGGIO di D. TURCO

In anteprima mondiale per tutti i lettori del blog una mia poesia visionaria tratta dalla raccolta TEMPESTA ELETTRICA (2007). Questo Messaggio “dal regno delle tenebre” è contemporaneamente un referto sulla condizione permanente di precariato esistenziale che accomuna tutti gli uomini e nello stesso tempo un annuncio di speranza, nonostante le “rovine oscure” di un “mondo di limiti” da superare…   … Continua a leggere

TIRANNI IN DOPPIOPETTO

Senza domani è il mio Paese, questa splendida e maledetta Italia dilaniata da lotte di potere, governata da uno Stato-padrone che calpesta il diritto degli oppressi e come Crono divora i suoi figli. Siamo manovrati da marionette, pittoresche maschere da operetta che giocano sulla pelle dei vinti, degli ultimi, di chi non possiede niente, degli sbandati, dei diseredati… Politicanti di … Continua a leggere