LA SETTIMANA DELLA GIORNATA NAZIONALE UILDM

Tutto è cominciato il Primo Aprile, ma non è il classico  pesce! Si tratta della Settimana della Giornata Nazionale UILDM 2011, che si concluderà il 9 aprile dopo aver coinvolto in una grande festa di solidarietà più di cinquecento piazze italiane, con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore dell’Unione italiana Lotta alla Distrofia Muscolare. Per l’occasione sono stati offerti dei particolari gadget pasquali, le farfalline di peluche dell’UILDM, ripiene di ovetti di cioccolato, in vendita a 5 euro l’una, soldi che serviranno a sostenere la ricerca, ma anche a creare delle strutture di cura per pazienti affetti dalle tante forme di distrofia, una patologia neuromuscolare che crea molti problemi sanitari e di mobilità.

I diversi eventi e le diverse iniziative hanno quest’anno un sapore speciale,  sia perché ricorrono i 150 anni della nascita della nazione Italia, che per la curiosa coincidenza di un altro compleanno.  L’UILDM compie infatti 50 anni!

Sorta a Padova nel 1961 ad opera di un gruppo di volontari-visionari,  l’Unione italiana Lotta alla Distrofia Muscolare sin da allora si batte per trovare una soluzione ad uno dei maggiori problemi di salute in assoluto, che costringe molte persone di tutte le età all’immobilità e ai relativi disagi da essa derivati. C’è ancora tanta strada da fare, ma occorre il contributo di tutti. In questo senso sono anche le nuove tecnologie a dare una mano: fino al 9 aprile sarà possibile  infatti mandare un  SMS al 45509 per donare 2 euro ai cellulari  TIM, Vodafone, Wind, 3, CoopVoce e Tiscali. I più generosi potranno devolvere 5 o 10 euro chiamando da telefono fisso Telecom Italia, Fastweb e Tiscali. Per ulteriori informazioni sono disponibili i numeri:. 049/8024303 (Ufficio Stampa UILDM) e 338/7741839 (Direzione Operativa UILDM).

Tra i vari  progetti che si spera di realizzare a breve con i fondi della kermesse pro UILDM c’è la creazione del Centro Clinico NEMO Sud in quel di Messina.  Come si può leggere nel sito della UILDM “due sono gli obiettivi principali. Da una parte promuovere terapie cliniche e riabilitative volte a migliorare la qualità della vita delle persone affette da queste patologie, con interventi efficaci che mirino a limitare i danni causati dalla progressiva immobilità (retrazioni, difficoltà respiratoria, scoliosi). Dall’altra prevenire le stesse malattie neuromuscolari, grazie alla consulenza genetica e alla conseguente identificazione dei portatori sani di tali patologie, per informarli degli eventuali rischi.”

Il primo Centro Clinico NEMO (www.centrocliniconemo.it)è sorto all’interno del Niguarda di Milano, ed è gestito dalla Fondazione Serena, che riunisce UILDM, AISLA (Associazione italiana SLA), Fondazione Telethon e la già citata Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda. 

La nuova struttura messinese verrà incontro alle esigenze di chi vive al sud e soffre di patologie gravi come la distrofia muscolare e la SLA, e che finora non aveva di un punto di riferimento clinico d’eccellenza. Testimonial dell’iniziativa l’attrice Maria Grazia Cucinotta, protagonista dello spot che vi invita a fare quello che per voi è un piccolo gesto, ma che per noi pazienti affetti da malattie neuromuscolari significa tanto!

Domenico Turco

 

 

LA SETTIMANA DELLA GIORNATA NAZIONALE UILDMultima modifica: 2011-04-03T18:23:00+02:00da domenicoturco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento