CIELI DI PORPORA- traduzione di G. SINGH

Sono veramente onorato che la lirica CIELI DI PORPORA sia piaciuta all’amico Singh, grande traduttore dei principali poeti italiani in inglese e di Pound in italiano. Consiglio a tutti di leggere la raccolta poetica dei maggiori successi di Pound pubblicata per la Newton Compton, di cui Singh è uno dei più autorevoli collaboratori. Prossimamente nel Blog potrete leggere la mia recensione di LUZI A BELFAST, ultima fatica letteraria del critico e poeta inglese di origine indiana.


CIELI DI PORPORA

Fuoco d’argento il cespuglio di ulivo,
dardeggia nel vento impetuoso,
ceppo di confine tra il verde terso
della vigna e l’oro gramo del fieno
che odora di passato, d’altre estati
ammantate d’incanto.

Ma una voce fraterna
mi sveglia dal sogno della nostalgia
e riporta la mente alla realtà.

E’ altrettanto gentile questo soffio
di vita che turba la calma eterea
con carezze di violenta dolcezza,
è altrettanto splendido l’Oggi
quando l’ebbra colomba taglia l’aria 
danzando lieve sui cieli di porpora…

Domenico Turco 

PURPLE SKY

(Poetry of Domenico Turco, translated by Ghanshyam Singh)

The olive bush, a silver fire
darting through the impetuous wind,
forms a borderline between
the limpid green of the vine
and the gold of the wheat
redolent of past summers
cloaked in enchantment.

But a familiar voice
arouses me from a long-lost dream,
bringing me back to reality.

The living breath
disturbs the ethereal calm
with violent caresses,
just as gentle, as splendid today,
as when the inebriated dove
cut through the air,
across the purple sky.

CIELI DI PORPORA- traduzione di G. SINGHultima modifica: 2008-10-17T11:45:54+02:00da domenicoturco
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “CIELI DI PORPORA- traduzione di G. SINGH

Lascia un commento