CONOSCENZA, NULLA E INFINITO

Il Tempo del Risveglio dev’essere considerato probabilmente l’unico fine o limite dell’umanità non ancora riscattata dalla sua condizione di minorità permanente, stato che la rende in genere prigioniera di una conoscenza parziale delle cose. Il problema dei rapporti tra conoscenza e comprensione richiede una trasformazione, nel senso di una riforma della prospettiva ermeneutica in cui la conoscenza è stata spesso … Continua a leggere

LA NATURA DELL’ESSERE

So per certo che non può esservi nessuna semplicità nelle leggi senza numero che decretano la Natura metafisica dell’Essere, semplicità  inadeguata a render conto della complessità di ogni cosa che partecipa delle leggi dell’universo, e del suo movimento incessante, ineffabile, talvolta così fluttuante da diventare estremamente pericoloso. L’Essere è una situazione, o una fonte miracolosa di possibilità, che si svolgono … Continua a leggere

RAGIONE O ESPERIENZA?

Non ci sono che due vie per conoscere: la via della ragione e la via dell’esperienza; la prima via prende le mosse da concetti astratti e costruiti, per così dire, “a tavolino”, la seconda scaturisce dall’osservazione del mondo e delle sue leggi. E’ l’esperienza concreta a suggerirci l’autenticità della dimensione spirituale, la quale è legata all’indagine di carattere metafisico sulle … Continua a leggere

IMPARARE DALLA TEMPESTA

Amare la Verità è un compito gravoso, estremamente gravoso ma anche estremamente saggio, benché di una saggezza così stravagante, pericolosa e intrepida da confondersi con la follia. Folle Saggezza , che io possa imparare dalla tua tempesta, e uscire rinnovato dal cerchio di fuoco del Caos!

LA VERITA’ NON S’INVENTA, SI VIVE!

Parlano di verità come di un loro regno, i filosofi dell’Avvenire da Nietzsche in poi; ma la Verità appartiene soltanto a sé stessa, noi possiamo soltanto accostarci ad essa, non siamo in grado di crearla. Ciò che gli spregiatori  della metafisica e delle varie forme di scienza sacra chiamano verità è un’ombra, l’ombra di un pensiero minore, concepito a dimensione … Continua a leggere

CDL DI CANICATTI’

Recensione al libro di Salvatore Vaiana “Storia della Camera del Lavoro di Canicattì” (Agrigento, 2007). Questa recentissima “Storia della Camera del Lavoro di Canicattì”,  conferma la straordinaria competenza dello storico e scrittore Salvatore Vaiana in un settore particolare come la microstoria, cioè la storia tutt’altro che irrilevante delle piccole realtà locali, tasselli di un mosaico più vasto, riguardante scenari  riguardanti … Continua a leggere

PER UNA NUOVA DEMOCRAZIA

Negli Stati Uniti con il termine comunitarismo si indica la declinazione in senso sociale del conservatorismo repubblicano. In quest’accezione, l’essere comunitari implica l’appartenenza all’ideologia liberal-conservatrice, sia pure accentuando una dimensione umanitaria spesso tale più di nome che di fatto. Al di là dell’Atlantico il comunitarismo viene a identificarsi con quel retorico conservatorismo compassionevole professato dall’attuale presidente Bush, semplice slogan a … Continua a leggere

NIETZSCHE, L’ANTICRISTO

Nietzsche non riuscì a capire fino in fondo il messaggio cristiano, ed ebbe solo una percezione oscura e vaga della grandezza di Gesù Cristo, visto esclusivamente o quasi come un anarchico trasgressore di icone, un rivoluzionario. In realtà l’anticonformismo di Cristo era motivato dalla volontà di depurare l’Ebraismo miope professato da scribi e farisei, appesantito di scorie devozionistiche, e di … Continua a leggere

CERCARE DIO NELLE COSE

Comprendere le leggi dell’Ignoto è un’impresa preclusa all’uomo, e che tuttavia l’uomo DEVE assolutamente tentare! La Tradizione, questa catena aurea che collega gli appartenenti alla specie Homo sapiens ai loro antenati, insegna a cercare il Divino nelle cose del mondo, il Creatore nel Creato. È questa ricerca di Dio nei segni della Creazione la prima legge della Metafisica, sorgente segreta … Continua a leggere

GURDJIEFF: VITA E PENSIERO

Georges Ivanoviĉ Gurdjieff venne al mondo il primo  gennaio del 1877 (secondo il calendario ortodosso ) ad Aleksandropol’, in  Armenia, città conquistata da poco dalla Russia degli ultimi zar. Il padre di Gurdjieff era greco (il cognome originario della famiglia, Georgiades, lo conferma). Ex ricco proprietario di numerose greggi, si ridusse in seguito in miseria a causa di una grave … Continua a leggere